MAGNOLIA DA SBALLO: IL SAN GIOVANNI VALDARNO NON HA SCAMPO

Ciavarella (27) e Di Gregorio (24) ispirano le rossoblù sempre in controllo della contesa

Coach Sabatelli entusiasta: “Ragazze dal gran cuore, semplicemente orgoglioso di loro”

 LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO 83

RR RETAIL SAN GIOVANNI VALDARNO 72

(22-19, 41-37; 55-59)

CAMPOBASSO: Alesiani 8 (1/4, 1/1), Di Gregorio 24 (3/6, 4/10), Ciavarella 27 (7/11, 2/3), Reani 5 (2/6), Dzinic 11 (2/5); De Pasquale 8 (1/1, 2/3), Di Costanzo (0/1), Dentamaro. Ne: Corsetti, Pompei A. e Landolfi. All.: Sabatelli.

SAN GIOVANNI VALDARNO: Innocenti 13 (0/1, 4/6), Iannucci 26 (8/17, 0/3), Ortolani 5 (1/2, 0/4), El Habbab 10 (2/4, 1/1), Sarni 7 (2/5, 1/7); Lazzaro 5 (1/3, 1/2), Moretti 3 (1/2), Rondinelli 3 (0/3, 1/4), Galli. Ne: Argirò, Valensin e Gabbrielli. All.: Orlando.

ARBITRI: Lillo (Brindisi) ed Acella (Bari).

NOTE: uscite per cinque falli El Habbab ed Innocenti (San Giovanni Valdarno). Fallo antisportivo a Di Gregorio (Campobasso) ed El Habbab (San Giovanni Valdarno). Tiri liberi: Campobasso 24/33; San Giovanni Valdarno 18/27. Rimbalzi: Campobasso 27 (Dzinic 9); San Giovanni Valdarno 32 (El Habbab 13). Assist: Campobasso 16 (Alesiani 9); San Giovanni Valdarno 14 (Iannucci 5). Progressione punteggio: 8-10 (5’), 28-27 (15’), 48-50 (25’), 68-65 (35’). Massimo vantaggio: Campobasso 11 (83-72); San Giovanni Valdarno 6 (48-54).

Cuore, carattere e costanza. Le tre ‘C’ della Magnolia firmano l’impresa delle rossoblù contro la corazzata San Giovanni Valdarno (uscita sconfitta sinora solo nella trasferta di Empoli) trasformando il PalaVazzieri nel regno della gioia a meno di 48 ore di distanza dall’affermazione nel recupero contro il San Raffaele Roma. Così i #fioridacciaio si proiettano con forza nella zona playoff della graduatoria preparandosi al meglio per il rush finale del 2017.

UNDER CONTROL La sfida contro il team aretino è di quelle da grandi brividi, ma il quintetto di coach Sabatelli, una volta in più, fa emergere il proprio immenso carattere venendo fuori da una battaglia tesa, tirata e molto tattica con la zona attrice non protagonista su ambedue i fronti, che vede le rossoblù sempre in controllo dell’inerzia del match anche quando – durante il terzo periodo – le ospiti provano a fuggire andando sino al +6 (48-54, massimo vantaggio esterno firmato dal 2/2 dalla linea dei tiri liberi di Iannucci). Intorno a Ciavarella (27 punti con 9/14 dal campo) e Di Gregorio (56 punti nell’arco di tre giorni: 24 nella circostanza uniti ai 32 di giovedì) le campobassane riescono a far saltare il banco, potendo contare anche sulla grande sostanza del proprio asse play-pivot con Alesiani che distribuisce nove assist e Dzinic solita (e solida) gladiatrice sotto le plance (nove rimbalzi).

STRAPPO FINALE Così, una volta messa la testa avanti intorno alla metà dell’ultimo periodo, le rossoblù pian piano aumentano il margine e – nel visibilio di un PalaVazzieri gremito – prendono un margine in doppia cifra sancito dal 2/2 a cronometro fermo di Ciavarella, non a caso top scorer di serata un punto sopra l’ala ospite Iannucci (per le toscane, in doppia cifra, vanno anche Innocenti ed El Habbab: quest’ultima peraltro, in virtù dei tredici rimbalzi catturati, autrice di una ‘doppia doppia’).

ORGOGLIO SENZA PREGIUDIZIO Al termine, il volto di coach Mimmo Sabatelli è il sinonimo della felicità che si respira con forza nel clan rossoblù.

“Queste ragazze hanno un cuore enorme – spiega – e sono orgoglioso di quanto hanno fatto vedere in campo. La vittoria è stata figlia della prestazione, ma avrei detto queste stesse cose anche in caso di sconfitta. Come avevo ricordato in altre circostanze, il nostro roster aveva bisogno di certezze ed il successo nel recupero contro il San Raffaele Roma le ha costruite. Nonostante rotazioni non amplissime anche per via di qualche problema fisico, le ragazze non hanno mai mollato e questo è il segnale di un gruppo disposto a buttare sangue sul parquet per questa maglia. Lo hanno fatto nelle tante situazioni difficili con cui si sono ritrovate a convivere ed è proprio per questo che meritavano simili soddisfazioni ed io sono semplicemente orgoglioso di loro”.

ROTTA SULLA LIGURIA Per le magnolie, a questo punto, l’anno solare 2017 si chiuderà con un doppio confronto in chiave ligure con nel mezzo anche la festa di Natale del team. Il primo appuntamento sarà sabato prossimo in esterna sul parquet della Cestistica Spezzina. Peraltro, le rossoblù – in una terra di marinai – hanno già ben chiara la rotta. E, con certezza, nei loro intenti non c’è affatto il desiderio di una navigazione a vista…

AREA COMUNICAZIONE MAGNOLIA CAMPOBASSO

 ph. Maurizio Silla

Condividi: