MAGNOLIA, ULTIMA DEL 2017 SUL PARQUET DI VAZZIERI CONTRO SAVONA

Settimana di premiazioni ed eventi per le campobassane determinate a riscattare La Spezia

Coach Mimmo Sabatelli: “Cercare di prendere il controllo del match sin dall’avvio”

Una settimana di riconoscimenti e paillettes prologo a quello che sarà l’ultimo appuntamento dell’anno solare 2017 (sul parquet di Vazzieri contro Savona) in anticipo di 24 ore rispetto al resto del turno (il tredicesimo) fissato per la giornata di sabato 23 dicembre, antivigilia di Natale.

MAGNOLIE PATINATE Tra domenica, lunedì e martedì, infatti, il roster rossoblù è stato al centro di diversi eventi che hanno sottolineato il valore di un gruppo (e di una società) che riescono ad avere su di sé gli occhi di un’intera regione, e non solo sul fronte cestistico.

Domenica tanta gente, tra i giovani prospetti, i tecnici, i dirigenti e gli appassionati, ha fatto da cornice sul parquet di Vazzieri alla festa di Natale del team con la presentazione di un video di sintesi del progetto, attualmente in orbita sui social dove sta ottenendo migliaia di visualizzazioni ed apprezzamenti, ed un finale all’insegna dello spettacolo con la presenza del gruppo dei Da Move, un ensemble di freestyler che ha letteralmente strabiliato i presenti tra schiacciate ed esercizi cestistici ad alta difficoltà.

Lunedì i #fioridacciaio sono stati protagonisti sia al mattino che al pomeriggio nell’ambito della quinta edizione della ‘Giornata dello sport della Regione Molise’. Al mattino le rossoblù hanno risposto alle domande degli studenti nell’ambito dell’evento ‘La scuola incontra i campioni’ ricevendo anche un riconoscimento consegnato nelle mani della presidentessa Antonella Palmieri. Al pomeriggio, invece – sempre nello scenario del teatro ‘Savoia’ di Campobasso – il roster delle magnolie, assieme allo staff tecnico, è salito una seconda volta sul palco per un premio speciale (un ‘Ercole Sannita’) tributato alla direttrice amministrativa del team Rossella Ferro.

Martedì – poi – la squadra ha dato vita ad un tour tra le aziende partner del progetto con, a sera, la cena di Natale del team alla presenza della testimonial del club, la Miss Italia 2015 Alice Sabatini.

FOCUS SUL PARQUET Non solo avvenimenti ‘mondani’, però, nell’agenda settimanale delle rossoblù, che hanno lavorato sodo in palestra per arrivare nelle migliori condizioni possibili ad un match, che andrà a chiudere l’anno solare 2017, e lo hanno fatto con – nel menu – anche cicli di doppie sedute tra mattino e pomeriggio unitamente al solito attento lavoro di analisi video dell’antagonista.

Da un punto di vista fisico, qualche piccolo acciacco fisiologico in virtù dei quattro mesi di lavoro senza grandi soste che sta portando avanti il gruppo, ma tutte le rossoblù sono pronte a rispondere ‘presente’ e a dare il proprio massimo contro il Savona, altra avversaria ligure sulla strada delle campobassane fermamente determinate a riscattare il ko patito a La Spezia.

LA NAVIGAZIONE DEL COACH Dettagli già immagazzinati nel diario di bordo del tecnico delle campobassane Mimmo Sabatelli. “Siamo lusingati ed orgogliosi – spiega alla vigilia del confronto con Savona – dei riconoscimenti ottenuti, senz’altro è stimolante sapere di avere così tanto affetto attorno. Tuttavia, non possiamo distogliere la nostra mente dall’obiettivo e, nello specifico, dal confronto con Savona. Vincerlo ci consentirebbe di passare un Natale ancor più sereno, anche se siamo consapevoli di affrontare una squadra carica perché in striscia”.

LIGURI ON FIRE Il Savona, in effetti, ha vissuto sinora un dicembre memorabile con tre successi (in casa con Orvieto e Forlì e nel mezzo nella trasferta ad Alghero) in altrettanti match disputati, che hanno fatto risalire in classifica le quotazioni di un gruppo il cui avvio era stato un po’ alterno (exploit in casa con Cagliari e a Roma sul parquet del San Raffaele). Del resto, le savonesi ripescate in maniera forse inattesa in categoria, ma protagoniste nella stagione precedente di un campionato di alta fascia, sono partite con forza dal proprio organico partendo dal fosforo della regista Aleo, inserendo la pivot greca Skiadopoulou e potendo contare nel solo starting five su elementi del calibro di Penz, Zanetti e Tosi in grado di dare qualità al gruppo che può contare pure sui cambi di ritmo dell’altro playmaker Sansalone, tutte opzioni nelle strategie di coach Pollari.

MAS QUE UN PARTIDO Proprio per questo in quella che è la disamina della vigilia coach Sabatelli è pronto a tenere le sue sugli attenti. “Savona – argomenta – è una squadra pericolosa, tanto più ora che hanno acquisito fiducia, ma, del resto, ha messo in difficoltà qualsiasi avversaria, anche su campi ostici. In avvio hanno dovuto acquisire la giusta sintonia, ma una volta ottenuta gli ultimi risultati stanno dando pienamente ragione al lavoro fatto. Da parte nostra dovremo essere bravi a non farle galvanizzare e cercare di indirizzare la partita sin dall’avvio”.

Così da cancellare dalla testa, magari, anche il break di 13-0 patito nel finale dell’ultimo match contro La Spezia. “C’è senz’altro rammarico nel gruppo – aggiunge il capo allenatore delle rossoblù – per il finale di quella gara, ma al tempo stesso anche la forte consapevolezza di aver giocato una gara intensa, di essere stati in partita sino alla fine e di aver dato vita ad un ulteriore passo della crescita di questo gruppo a livello di certezze”.

STRATEGIE SUL TAVOLO Tutti input, peraltro, che fanno da contorno al piano partita elaborato per la circostanza. “Nella nostra metà campo – chiosa Sabatelli – dovremo prestare attenzione principalmente su Zanetti e Skiadopoulou, giocatrici di striscia in grado di far molto male quando si accendono, ma non andrà sottovalutato nemmeno l’apporto offensivo di elementi come Penz o Tosi, cercando di verificare ulteriormente alcune situazioni difensive. In attacco, invece, dovremo continuare a giocare di squadra, proseguendo sulle tracce di quest’ultimo periodo, che ci stanno conducendo su quella che è la conformazione che vogliamo avere”.

IL BASKET SUL DIVANO La giornata di domani (venerdì 22 dicembre) non sarà solo la data della partita, ma anche l’occasione dell’inaugurazione – alle 22, ossia poco dopo la conclusione del match contro il Savona – della club house che la società campobassana ha predisposto nel centro di Campobasso, una basket room nel cuore cittadino per incontrarsi e vivere i dopo partita da parte degli appassionati e – durante la settimana – un punto di riferimento per la squadra per potersi ritrovare e svolgere le sessioni di analisi video.

AREA COMUNICAZIONE MAGNOLIA CAMPOBASSO

Condividi: