MAGNOLIA, PER PROSEGUIRE LA STAGIONE NECESSARIA UNA REMUNTADA

‘Operazione remuntada’. Fosse un titolo da botteghino sul grande schermo, probabilmente sarebbe questo il tema ideale alla base del match di ritorno – l’unico in programma al sabato, le altre tre sfide sono, infatti, in agenda di domenica – dei quarti di finale playoff nel girone Sud dell’A2 cestistica in rosa che vedrà La Molisana Magnolia Campobasso ospitare, sul parquet amico del PalaVazzieri, quell’Umbertide sinora bestia nera delle rossoblù, avendo avuto la meglio sui #fioridacciaio nelle tre gare disputate tra campionato e post season. Complice il 65-55 di mercoledì, per quello che è il regolamento della post season, le rossoblù dovranno imporsi di almeno undici punti sulle tiberine per potersi proiettare alle semifinali (un exploit di dieci al 40’ sarebbe, infatti, sinonimo di supplementare), dove ci sarebbe l’incrocio con la vincitrice della contesa tra Bologna e San Giovanni Valdarno (le toscane hanno un margine di nove punti da difendere).

TRA HASHTAG E VOLONTÀ E così, all’insegna dell’hashtag #iononcisto lanciato dai vertici del club rossoblù, il quintetto campobassano ha iniziato il suo percorso di avvicinamento alla contesa nella consapevolezza della necessità di un piccolo grande ‘miracolo sportivo’.

«C’è grande voglia – argomenta il coach dei #fioridacciaio Mimmo Sabatelli – di ottenere un simile traguardo. Non sarà semplice e dovremo fare una gran bella partita, ma siamo determinati a dare il massimo per non lasciare nulla di intentato».

A MENTE FREDDA Trascorsa più di qualche ora di distanza dal match d’andata, tra l’altro, il trainer delle rossoblù ha avuto modo di analizzare quelli che sono stati i temi della contesa disputata in Umbria.

«Finché abbiamo fatto le cose che ci eravamo detti di fare – precisa – siamo arrivati ad avere anche un margine in doppia cifra. Poi, complice un po’ di nervosismo e della frenesia di fronte al loro rientro, il meccanismo è saltato e alla fine, unendoci anche degli errori, abbiamo finito per complicare la situazione anche in prospettiva ritorno».

APPLICAZIONE E CONTINUITÀ Frenesia, tra l’altro, che non dovrà essere compagna di viaggio delle magnolie in occasione del match di ritorno.

«L’approccio sarà determinante, ma non dovremo avere fretta. Al tempo stesso, però, un avvio soft potrebbe non essere la via per girare a nostro favore la contesa. Quel che è certo che ci vorrà la partita perfetta, rimanendo concentrati per tutto l’arco del match. Se riusciremo a fare questo, potremo avere delle chance per portare a casa il risultato, diversamente, invece, rischieremmo di complicarci il cammino».

TIFOSI A SOSTEGNO Le magnolie, dalla loro, potranno contare sul sostegno dei propri tifosi, che già mercoledì al PalaMorandi hanno scritto un’altra pagina significativa nell’attuale stagione.

«Poter disputare la gara – aggiunge Sabatelli – sul nostro parquet ha senz’altro un sapore speciale. Sappiamo che i supporter rossoblù sono un fattore determinante in un percorso di tutto rilievo sin dall’avvio di questa stagione».

ATTENZIONE E CONCENTRAZIONE Focus tecnico sul parquet, invece, l’aspetto prettamente mentale.

«Essendo al quarto incrocio in questa stagione – chiosa Sabatelli – bene o male conosciamo vicendevolmente le nostre caratteristiche base. Ad oggi, ribadisco, il problema è quella di tenere la concentrazione al massimo per tutta la contesa. Se saremo bravi a farlo, potremo giocarci sino in fondo tutte le nostre carte, diversamente rischieremmo di uscire e rimanere un po’ con l’amaro in bocca per il finale di una stagione che ci resterà nel cuore come un gran bel ricordo».

Anche perché – alla sua seconda esperienza assoluta – il club del capoluogo di regione è stato capace di essere leader del campionato continuativamente per ventotto giornate sulle trenta previste dal calendario, ottenendo, tra l’altro, il titolo di campione d’inverno con tre turni d’anticipo e classificandosi poi secondo al termine della regular season.

ISTRUZIONI PER L’USO Per il match con l’Umbertide, il club campobassano ha previsto un tagliando unico d’ingresso a tre euro destinato anche agli abbonati con l’avvio di una prevendita al PalaVazzieri nelle ore dell’immediata vigilia (il venerdì pomeriggio tra le quindici e le diciannove, il sabato mattina tra le dieci e mezzogiorno). Sulle tribune del PalaVazzieri, tra l’altro, è prevista la presenza anche di un drappello di una ventina di unità di supporter ospiti.

Condividi: